Contenuto principale

FAQ

Ricerca

Lista delle domande e risposte frequenti PDF download
  Domande e risposte
156
[Schede Osservatorio]

Nella gestione dei nostri lavori è emersa una problematica pratica legata al rifacimento degli asfalti dopo aver posato l'infrastruttura. Capita spesso che bisogna aspettare alcuni mesi prima di ripristinare il manto stradale. Questo però contrasta con i dati che dobbiamo inserire nell'Osservatorio, in quanto il cantiere dura ad esempio tre mesi e per il ripristino viene chiesto di aspettare anche 6 mesi.

Può darmi indicazioni su come dobbiamo comportarci?

Il tempo di non attività va considerato nella tempistica complessiva prevista per l’esecuzione dei lavori.
Data: 7.6.2012
155
[Programma annuale]

I lavori di manutenzione ordinaria devono essere inseriti nel Programma annuale delle opere pubbliche?

In considerazione degli obblighi a carico delle stazioni appaltanti e degli enti aggiudicatori riguardanti la comunicazione all'Osservatorio contratti pubblici dei dati relativi a:

- tutti i contratti di importo superiore a 150.000 euro in base all’avviso del 30/05/2008 prot. 297293 dell’Osservatorio contratti pubblici;

- ulteriori fattispecie contrattuali previste dal decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (contratti di lavori, servizi e forniture nei settori ordinari o speciali d’importo inferiore o uguale ai 150.000 euro, contratti "esclusi" di cui agli artt. 19, 20, 21, 22, 23, 24 e 26 di importo superiore ai 150.000 euro, e accordi quadro e fattispecie consimili) in base all’avviso del 28/12/2010 prot. 750776 dell’Osservatorio contratti pubblici

si comunica che dovranno essere inseriti nel programma annuale delle opere pubbliche anche i lavori di manutenzione ordinaria per i quali sussiste l’obbligo di trasmissione dei dati ai sensi dei punti precedenti.

Data: 5.12.2011
151
[Schede Osservatorio]
A partire da quando sono da compilare le schede?

Per i contratti di forniture e servizi sono da compilare le “schede ordinarie” per tutte le aggiudicazioni o gli affidamenti effettuati a partire dal 01.01.2009 con importo superiore ai 150.000 (importo a base di gara al netto dell’IVA ma comprensivo degli oneri per l’attuazione della sicurezza), indipendentemente dal fatto che si riferiscano ad un’opera o meno.

Per i contratti di lavori pubblici le nuove schede sono da compilare per tutti gli appalti superiori ai 150.000 a partire dal 15.03.2010. Per quanto riguarda l’obbligo di trasmissione delle schede, fino al 14.03.2010 valgono i “vecchi” criteri.

L’importo cui riferirsi per verificare l’obbligo di invio dei dati è l’importo a base di gara al netto dell’IVA ma comprensivo gli oneri per l’attuazione della sicurezza.

L’obbligo di invio dei dati riguarda inoltre i  contratti di lavori, nei settori ordinari e speciali, di importo compreso tra i 40.000 ed i 150.000 euro, e i contratti di servizi e forniture, nei settori ordinari e speciali, di importo compreso tra i 20.000 e i 150.000 euro, per i quali si è pervenuti all’aggiudicazione o all’affi­damento a far data dal 1° gennaio 2011.

In tal caso il sistema richiede una compilazione semplificata delle schede che riguarda esclusivamente i seguenti aspetti di un appalto: Dati di base, Bando di gara, Aggiudicazione, Fase iniziale.

A far data dalla pubblicazione in GU della legge 106/2011, la soglia minima di importo per l'invio dei dati viene ricondotta, per i settori ordinari e speciali, al valore di 40.000 euro anche per gli appalti di servizi e forniture (vedasi Comunicazione dell’Osservatorio contratti pubblici del 22.07.2011).

Data: 9.9.2011
150
[Schede Osservatorio]
Quali sono le corrette modalità di comunicazione dei dati relativi agli stati d’avanzamento nel caso di contratti di servizi o di forniture nei settori ordinari di importo uguale o superiore a 500.000 euro?

Il dato relativo all’avanzamento del contratto ed alla progressione dei pagamenti va comunicato con riferimento al cumulo dei pagamenti stessi, effettuati nei confronti dell’appaltatore nel quadrimestre di riferimento (nel caso di appalti di durata inferiore o uguale all’anno) o nel semestre di riferimento (nel caso di appalti pluriennali), valorizzando il campo “Importo stato d’avanzamento” ed indicando nel campo “Data stato d’avanzamento” la data di conclusione del periodo temporale cui ci si riferisce; l’inizio del primo periodo temporale di riferimento va fatto coincidere con la data d’inizio dell’esecuzione, comunicata con la scheda “Inizio contratto”.

Data: 31.8.2011
149
[Schede Osservatorio]
Quali sono le modalità di compilazione della scheda “Subappalti” nel caso di una ATI composta da 4 differenti imprese?

L’ AVCP con Determinazione n. 15/2001 del 18.07.2001 ha chiarito che l’ordinamento non vieta che un’associazione temporanea di imprese assuma un subappalto. In tal caso i subappaltatori devono possedere i requisiti in rapporto alla categoria e classifica dei lavori che assumono e l’ATI deve essere stata costituita anteriormente al momento in cui si formula la domanda di autorizzazione al subappalto.Ciò posto, la compilazione delle schede dovrà fare riferimento alla ditta mandataria, quale soggetto titolare del rapporto contrattuale.

Data: 31.8.2011
146
[Schede Osservatorio]
Le Schede osservatorio devono essere compilate anche per i contratti che rientrano tra i cosiddetti „contratti esclusi”?

Le Schede Osservatorio devono essere trasmesse per i contratti di lavori, servizi e forniture, nei settori ordinari e speciali, di importo superiore ai 150.000 euro, rientranti nelle particolari casistiche di cui agli articoli 19, 20, 21, 22, 23, 24 e 26 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, per i quali si è pervenuti all’aggiudicazione o all’affidamento a far data dal 1° gennaio 2011.

Data: 9.6.2011
143
[Schede Osservatorio]
Le schede devono essere compilate anche per contratti rientranti nei settori speciali?
I dati concernenti i contratti di lavori, servizi e forniture nei settori speciali vanno comunicati con riferimento alla fase di aggiudicazione o definizione della procedura negoziata (Dati di base, Bando di gara e Aggiudicazione).
Data: 16.7.2010
142
[Schede Osservatorio]
Nel caso di appalti di servizi e forniture nei settori ordinari, occorre comunque procedere con le comunicazioni riferite agli stati d’avanzamento, alle sospensioni e riprese, alle proroghe alle varianti ed ai subappalti?
Per i contratti relativi alla fornitura di beni e servizi nei settori ordinari ricorre l’obbligo di compilazione delle schede relative all’avanzamento, qualora l’importo (importo a base di gara al netto di IVA e incluso gli oneri di sicurezza) risulti superiore ad euro 500.000. Le altre fattispecie di comunicazione previste per i contratti di lavori relative a sospensioni, riprese, proroghe, varianti e subappalti devono essere comunque effettuate – se ricorrenti – anche con riferimento ai contratti di servizi e forniture.
Data: 27.5.2010
140
[Schede Osservatorio]
Per i concorsi di progettazione è obbligatorio prelevare il codice CIG. Il concorso non prevede la stipula di un contratto, ma l’eventuale corresponsione un premio o di un rimborso spese. Le Schede osservatorio devono essere compilate anche per i concorsi di progettazione?
Allo stato per questa fattispecie non vanno compilate le schede.
Data: 27.5.2010
« pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 pagina successiva »