Fachkraft im Bereich Sozialhilfe

Die folgenden Inhalte liegen nur in italienischer Sprache vor, da sie sich vorwiegend an eine italienischsprachige Leserschaft richten

Figura Professionale

L’operatore ovvero l’operatrice socio-assistenziale opera nelle strutture e nei servizi sociali, socio-sanitari e scolastici, dove assicura prestazioni sociali, psicosociali, assistenziali - queste ultime anche sanitarie - ed educative. Il campo di attività dell’operatore o dell’operatrice socio-assistenziale comprende l’accompagnamento e l’assistenza della persona nel suo ambiente abituale quale la casa, in centri di degenza e strutture residenziali, in centri diurni, in strutture occupazionali e nelle strutture scolastiche. Lavora in autonomia e collabora in modo integrato con altri gruppi professionali al fine di mantenere e migliorare la qualità della vita di persone, famiglie e gruppi sul piano sociale, socioculturale, nei rapporti interpersonali e nelle attività pratiche della vita quotidiana. Le attività di assistenza globale sono inoltre rivolte al mantenimento della salute, alla promozione ed allo sviluppo della autosufficienza, nonché ad un generale aiuto e sostegno. Al termine del corso, oltre alla qualifica di operatore od operatrice socioassistenziale, le allieve e gli allievi ottengono anche la qualifica professionale di operatore od operatrice sociosanitario/a con formazione complementare in assistenza sanitaria. Il profilo professionale, la formazione e l’attività dell’operatore o dell’operatrice socioassistenziale con formazione complementare in assistenza sanitaria è regolamentato dalla Legge provinciale 13/91 art. 23 e dal decreto del Presidente della Provincia nr.42/09.

Aree di competenza

  1. Conoscenze di base del lavoro, dell’organizzazione e della cura
  2. La relazione di cura con la persona ed i familiari
  3. Assistenza diretta alla persona
  4. Assistenza sanitaria
  5. Assistenza ed interventi nell’ambiente di vita
  6. Lavoro d’equipe e documentazione ed analisi dei risultati
  7. Animazione, tempo libero e lavoro di comunità
  8. Seminari su problemi specifici

Per motivate esigenze nell’ambito di specifiche e particolari situazioni ci può essere uno scostamento del 10% delle ore previste nelle rispettive singole discipline garantendo comunque pienamente l’insegnamento/apprendimento delle competenze descritte e l’impiego delle risorse assegnate alla scuola.

Requisiti

Per iscriversi al corso biennale a tempo pieno è richiesto il superamento dell’esame di stato oppure la qualifica di Operatore sociosanitario e 4 settimane di tirocinio certificato presso delle strutture che si occupano di servizi alla persona nell’ambito sia dell’handicap che degli anziani.
Per iscriversi al corso triennale di formazione in servizio/per adulti è necessario possedere la qualifica di Operatore sociosanitario. L’età minima richiesta per coloro che desiderano frequentare un corso in servizio o per adulti, è di 25 anni. Per essere ammessi al corso in servizio gli allievi e le allieve sono tenuti a produrre la certificazione che attesti la disponibilità della struttura a far frequentare la formazione d’aula ed i tirocini nei periodi previsti. L’ammissione al corso avviene previa presenza delle vaccinazioni previste dalla normativa vigente nonché accertamento medico dell’idoneità specifica per l’esposizione ai rischi connessi allo svolgimento delle funzioni previste dal profilo professionale dell’operatore sociosanitario. Tale certificazione deve essere redatta e consegnata entro due mesi dalla data di conferma dell’ammissione al corso. Il giudizio di “non idoneità” e l’assenza delle vaccinazioni comporta l’esclusione dal corso.
Qualora il numero delle iscrizioni sia superiore ai posti disponibili, le candidate ed i candidati vengono sottoposti ad una prova di ammissione al fine di accertare le competenze linguistiche, comunicative e sociali, nonché le conoscenze di base della seconda lingua.

Durata

Il corso a tempo a tempo pieno post-maturità ha una durata biennale. Il primo anno prevede 650 ore d’aula e 380 di tirocinio.
Il secondo anno, 650 ore d’aula e 490 di tirocinio.
Tra il primo ed il secondo anno è previsto un tirocinio estivo obbligatorio di 4 settimane (150 ore).
Il corso in servizio/per adulti post qualifica di operatore operatrice sociosanitario/a dura 3 anni. Ogni anno si articola in 340 ore d’aula e 375 ore di tirocinio.

Tirocinio

Le esercitazioni di tirocinio si svolgono presso le strutture pubbliche e private, servizi di assistenza domiciliare, laboratori protetti, convitti, comunità alloggio.
Ogni tirocinio termina con una prova pratica in struttura. Ogni anno sono previsti due tirocini da svolgere in due istituzioni/strutture diverse. Durante il tirocinio i/le tirocinanti sono affiancate/i da operatori/trici dello stesso profilo professionale o di una/o funzione superiore (operatore/trice socio-assistenziale, infermiere/a professionale, ed altri).
Il consiglio di classe, prima dell’inizio del tirocinio, accerta le attitudini e le capacità di base in riferimento al profilo professionale di ciascuna e ciascun partecipante. Il giudizio di non idoneità al tirocinio deve essere comunicato al/alla partecipante del corso in forma scritta, indicando la motivazione dello stesso.
Al termine del tirocinio viene redatta in collaborazione con la tutor o il tutore della struttura, un’ampia valutazione. Questa si basa su osservazioni dirette durante lo svolgimento di attività da parte dei/delle tirocinanti, nonché sulle loro esperienze durante lo svolgimento del tirocinio. Le ore di tirocinio non svolte devono essere in ogni caso recuperate. Durante il periodo di tirocinio, gli allievi e le allieve avranno il compito di sviluppare delle competenze, che andranno dall'osservazione di se stessi in situazione, all'osservazione dell'ambiente di tirocinio, alla messa in atto d’interventi assistenziali. Il tirocinio sarà guidato da un supervisore e da un tutor scelto all'interno dell'ambito del tirocinio.