Pagamento dell'assegno di cura

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

L'assegno di cura è una prestazione economica destinata a persone non autosufficienti al fine di permettere loro la conduzione di una vita dignitosa. L'assegno è erogato mensilmente ed è destinato esclusivamente:

  • al pagamento di prestazioni assistenziali e di cura;
  • alla copertura dei costi per i fondi pensionistici di parenti curanti;
  • per consentire l’attuazione di misure per la “vita indipendente”;
  • alla compartecipazione alle tariffe dell’assistenza domiciliare presso servizi accreditati e per l’utilizzo di strutture semiresidenziali e residenziali.

L’assegno di cura viene erogato indipendentemente dal reddito e dal patrimonio della persona non autosufficiente.

La prestazione è suddivisa in 4 livelli in base al fabbisogno assistenziale della persona:

Assegno di cura
livello assistenziale ore di fabbisogno assistenziale mensile assegno di cura mensile
1 più di 60 - 120 € 558,50
2 più di 120 -180 € 900,00
3 più di 180 - 240 € 1.350,00
4 più di 240 € 1.800,00

L’assegno di cura viene liquidato il 25 di ogni mese tramite versamento su conto corrente bancario o postale della persona non autosufficiente.

La persona non autosufficiente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • la residenza ininterrotta e la dimora stabile in provincia di Bolzano da almeno cinque anni
  • oppure la residenza storica di 15 anni (anche con interruzioni), di cui almeno l'ultimo anno ininterrotto antecedente la presentazione della domanda
  • cittadini extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno CE di lunga durata

Nel caso di minorenni e di persone adulte a carico dei genitori sono i genitori che devono essere in possesso dei requisiti sopraccitati.

La domanda (con il certificato medico) è da presentare al distretto sociale territorialmente competente o patronato.

I medici di base possono richiedere il pagamento del certificato medico.

I congedi retribuiti - per l'assistenza di persone in situazione di gravità certificata ai sensi dell'art. 3 comma 3 della legge n. 104/1992 - di oltre 10 giorni di calendario in un mese fruiti da parte di un familiare, sono da autocertificare all'Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico. Per questi mesi l'assegno di cura viene erogato al livello inferiore a quello dell’inquadramento.

Informazioni più dettagliate le trovate qui.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 28/06/2017)

Ente competente

ASSE Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 82 87 (Barbara Ebner)
Fax: 0471 41 83 29
E-mail: aswe.asse@provincia.bz.it
PEC: aswe.asse@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/asse

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

La valutazione deve essere eseguita entro 30 giorni dalla presentazione della domandaSe viene riconosciuto un fabbisogno assistenziale, l’Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico provvede a effettuare il primo pagamento dell’assegno di cura entro massimo due mesi. Questo primo pagamento è retroattivo al mese successivo alla data di presentazione della domanda.

Una domanda di reinquadramento può essere presentata solo dopo un anno dalla data dell’ultima valutazione del fabbisogno di assistenza. Nel caso si verifichi un improvviso peggioramento delle condizioni di salute di una persona, è possibile presentare la domanda di reinquadramento anche prima di un anno corredata da un certificato medico dal quale risulti chiaro il peggioramento delle condizioni di salute.

Il certificato medico che si allega alla domanda deve essere stato rilasciato da non più di tre mesi.