Casa Acquisto o costruzione prima casa - requisiti per accedere all'agevolazione e calcolo online dell'agevolazione

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

La Provincia autonoma di Bolzano concede agevolazioni per l'acquisto o la costruzione di abitazioni per il fabbisogno abitativo primario.

È possibile calcolare autonomamente l'ammontare dell'agevolazione online; inserendo diversi dati relativi alla situazione economica e familiare della persona che richiede l'agevolazione, nonchè i dati relativi alla superficie dell'abitazione, è possibile verificare a quanto ammonta l'agevolazione edilizia.
I dati inseriti sono assolutamente anonimi e non verrà mai richiesto di inserire il vostro nome. Prima di effettuare il calcolo è necessario verificare se siete in possesso dei requisiti qui di seguito descritti.

Requisiti personali:

  • Avere da almeno cinque anni la propria residenza o il posto di lavoro in provincia di Bolzano; lo stesso vale per il convivente “more uxorio” (definito nell' art. 7 del D.P.G.P 1999/42), se questo diventa comproprietario dell’alloggio.
  • Avere compiuto 23 anni, qualora si tratti di richiedenti celibi o nubili senza familiari a carico. Tale requisito non si applica ai richiedenti in situazioni di handicap.
  • I richiedenti che sono tenuti a dichiarare il gruppo linguistico devono allegare tale dichiarazione alla domanda di agevolazione.
  • I cittadini di stati non appartenenti all’Unione Europea, al momento della presentazione della domanda devono soggiornare continuativamente e regolarmente da almeno cinque anni nel territorio provinciale e devono aver svolto un’attività lavorativa (sempre nel territorio provinciale) per almeno tre anni (modifiche introdotte con la Legge provinciale 13 ottobre 2008, n. 9, valide per le domande presentate dal 5 novembre 2008).

Proprietà:

  • Non essere proprietari, titolari del diritto di usufrutto, uso o abitazione di un alloggio adeguato al fabbisogno della propria famiglia e facilmente raggiungibile; un alloggio si considera facilmente raggiungibile se situato entro 40 km dal luogo di lavoro o di residenza, oppure entro 30 km se l'alloggio in questione, la residenza o il posto di lavoro si trovano a più di 1000 metri di altidudine s.l.m.; lo stesso vale per il coniuge non separato e per il convivente “more uxorio”.
  • Non aver ceduto nei cinque anni antecedenti la presentazione della domanda la proprietà, il diritto di usufrutto o di abitazione di un tale alloggio; lo stesso vale per il coniuge non separato e per il convivente “more uxorio”.
  • Chi e’ proprietario, comproprietario, nudo proprietario, usufruttuario, titolare del diritto d’uso o di abitazione di un alloggio inadeguato, può essere ammesso ad un'agevolazione. Lo stesso vale per colore che hanno uno dei succitati diritti ad un alloggio non facilmente raggiungibile. Anche coloro che negli ultimi cinque anni dalla data di presentazione della domanda hanno ceduto uno dei succitati diritti ad un alloggio inadeguato o non facilmente raggiungibile possono essere ammessi ad un'agevolazione. In tal caso l’importo dell'agevolazione viene stabilito sulla differenza tra il valore convenzionale dell’abitazione da acquistare e quella che si possiede o e’ stata ceduta.
  • Sono considerate anche le abitazioni di proprietà di società di persone o di società a responsabilità limitata delle quali faccia parte il richiedente, il coniuge o la persona convivente more-uxorio.

Punteggio minimo:

  • Per la presentazione e l'ammissione di domande di agevolazione per l'acquisto è necessario raggiungere un punteggio di almeno 20 punti
  • Per la presentazione e l'ammissione di domande di agevolazione per la nuova costruzione è necessario raggiungere un punteggio di almeno 23 punti

Reddito:

  • Per l’ammissione ad un’agevolazione edilizia, la famiglia deve disporre di un reddito netto minimo pari al 1,22 (VSEM)
  • Non avere un reddito complessivamente superiore ai limiti massimi di reddito fissati in relazione ai diversi tipi di agevolazione (vedi tabella fasce di reddito)
  • Se per l’acquisto e la costruzione dell’abitazione vengono stipulati contratti di mutuo, le agevolazioni edilizie provinciali possono essere concesse solo qualora, detratta la rata di ammortamento del mutuo, il nucleo familiare del richiedente disponga di un reddito non inferiore al minimo vitale, anche se è presente un garante per il mutuo bancario.

Patrimonio immobiliare dei genitori, suoceri e figli (anche se non conviventi):

  • Sono esclusi dalle agevolazioni provinciali per l’acquisto e la costruzione di abitazioni i richiedenti i cui genitori, suoceri o figli siano proprietari in località facilmente raggiungibili di una superficie convenzionale superiore a 100 m² per ogni figlio, più 100 m² per i genitori stessi, considerando la vetustà e lo stato di conservazione delle abitazioni. Si considerano anche le abitazioni alienate nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda. Sono considerate anche le abitazioni di proprietà di società di persone o di società a responsabilità limitata delle quali facciano parte i genitori o i suoceri.
    Qualora nel patrimonio immobiliare dei genitori, suoceri o figli rientri un maso chiuso, il valore convenzionale delle abitazioni che sono parte del maso chiuso non è considerato. Il valore convenzionale degli altri alloggi è suddiviso per il numero dei figli ridotto di un' unità.  
  • Inoltre l’ufficio valuta il patrimonio immobiliare dei genitori, suoceri e figli, anche in località non facilmente raggiungibili dal posto di lavoro o di residenza, moltiplicando i costi di costruzione in vigore nei singoli comuni per la superficie convenzionale nel caso di abitazioni e accessori (tenendo conto della vetustà e dello stato di conservazione); mentre per tutto ciò che non è abitazione (p.e. uffici, negozi, laboratori, officine ecc.) viene considerata la superficie lorda. La proprietà di terreni viene valutata in base al valore stimato dalla commissione provinciale estimatrice. Dal valore complessivo così ottenuto si detraggono 844.300,00 € di quota esente ed eventuali debiti residui stipulati per l’acquisto, la costruzione o la manutenzione di tali immobili. L’importo residuo viene suddiviso per il numero dei figli e la cifra risultante detratta dal valore convenzionale dell’oggetto della domanda, comportando una riduzione o esclusione dalle agevolazioni. Sono considerati anche gli immobili di proprietà di società di persone o di società a responsabilità limitata delle quali facciano parte i genitori o i suoceri. Se, fra gli immobili posseduti dai genitori o suoceri, rientra un maso chiuso, tale valore non è considerato nella stima del patrimonio. In questo caso, il valore del restante patrimonio immobiliare è suddiviso per il numero dei figli, ridotto di una unità.

Agevolazioni già ottenute:

  • Non bisogna essere componenti di famiglie che siano state ammesse ad un contributo pubblico per la costruzione, l’acquisto o il recupero di un’abitazione salvo il caso di costituzione di nuova famiglia.
  • Chi ha già ottenuto un contributo edilizio provinciale per un’abitazione che non e’ più adeguata al fabbisogno della famiglia, può essere ammesso ad un’ulteriore agevolazione per l’acquisto o la costruzione di un altro alloggio o per l’ampliamento dell’alloggio inadeguato; si tratta comunque di un’integrazione rispetto al contributo già ricevuto.

Inizio pagina

Per l'uso del servizio non valgono presupposti d'accesso.

Per l'uso del servizio non è richiesto di presentare ulteriori documenti.

L'uso del servizio è gratuito.

Ulteriori informazioni si trovano nelle seguenti disposizioni normative:

Per calcolare l'ammontare del contributo dell'agevolazione, clicca qui.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi allo sportello informativo. È necessario portare con sè i redditi familiari degli ultimi due anni e la piantina o il progetto (in scala) dell'alloggio da agevolare.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 13/10/2017)

Ente competente

25.2. Ufficio Promozione dell'edilizia agevolata
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 87 40
Fax: 0471 41 87 59
E-mail: promozione.edilizia.agevolata@provincia.bz.it
PEC: wohnbaufoerderung.promozioneedilizia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/edilizia-abitativa/

Orario d'ufficio:

Sede principale di Bolzano:
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1
(angolo via Macello) - tel. 0471 418710/40/60
lunedi, martedi, mercoledi e venerdi: ore 9.00 - 12.00
giovedi: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

SEDI DISTACCATE: 

In corrispondenza delle ferie scolastiche, sono chiuse anche le nostre sedi distaccate. I periodi di chiusura vengono pubblicati di volta in volta sul sito Internet della Ripartizione Edilizia Abitativa.

Bressanone:
Viale Ratisbona 18 (Villa Adele)
Ogni secondo e quarto Mercoledi del mese: ore 9.00 - 12.00, ore 14.00 - 17.00

Brunico:
Piazza Cappuccini 3
Ogni primo e terzo Mercoledi del mese: ore 9.00 - 12.00, ore 14.00 - 17.00

Merano:
Piazza della Rena 10
Ogni Martedi: ore 9.00 - 12.00, ore 14.00 - 17.00

Silandro:
Via Castello di Silandro 6
Ogni primo Mercoledi del mese: ore 9.00 - 12.00, ore 14.00 - 17.00

Scadenze

Per l'uso del servizio non ci sono da rispettare termini particolari.