Giornata mondiale delle persone sorde (25 settembre)

Domenica si celebra la Giornata mondiale dei sordi. “La lingua dei segni è la chiave per la partecipazione dei sordi alla vita sociale” afferma Stocker.

Domenica 24 settembre si celebra la Giornata mondiale delle persone sorde, istituita nel 1951 dall’Associazione mondiale dei sordi.

I occasione della celebrazione di quest’anno l’assessora provinciale alla sanità ed alle politiche sociali, Martha Stocker, ha illustrato gli sforzi compiuti in questi anni in Alto Adige nel campo dell’integrazione e dell’inclusione delle persone sorde ed ha dichiarato “La lingua dei segni rappresenta la chiave di volta per la partecipazione e l’integrazione delle persone sorde nella vita sociale e politica.

Per quanto riguarda le persone sordo-cieche l’integrazione può avvenire per mezzo del linguaggio tattile dei segni. Con un nuovo articolo inserito nella legge omnibus in maggio abbiamo posto le basi per una migliore integrazione ed attualmente varie Ripartizioni provinciali sono impegnate nella sua concreta realizzazione”.

Nel campo delle politiche sociali è importante, in particolare, la preparazione professionale del personale che opera in questo settore e nel corso del prossimo anno verranno avviati  specifici corsi di aggiornamento. Nei mesi scorsi sono stati inoltre sperimentati alcuni ausili tecnici in grado di facilitare la comunicazione.

La maggiore sensibilizzazione sociale nei confronti delle persone sorde è testimoniata, secondo l’assessora Stocker, anche dal fatto che sempre più spesso in occasione di convegni riguardanti questo settore vengono impiegati interpreti dotati di una specifica formazione nel campo del linguaggio dei segni.

Inoltre è prevista la partecipazione di rappresentanti delle persone sorde in seno al Comitato di monitoraggio istituito dalla nuova legge allo scopo di verificare l’applicazione concreta dei diritti delle persone sorde e sordo-cieche.

 

 

ASP/FG