Parchi naturali, candidature per il servizio stagionale

3 o 6 mesi impiegati presso i centri visite dei parchi naturali per il servizio stagionale di protezione natura 2019. Entro il 6 marzo le candidature.

Un addetto al servizio stagionale protezione natura nei parchi naturali spiega le peculiarità della fauna ai piccoli visitatori (Foto: Ufficio parchi naturali)

Durante i mesi estivi per il notevole afflusso di visitatori e escursionisti nei 7 parchi naturali dell'Alto Adige vi è la necessità di maggiore attività di informazione e di una gestione efficiente delle aree protette. Per tale ragione anche per l'estate 2019 saranno impiegate persone addette al servizio stagionale protezione natura. Il compito principale di questo personale consiste nel sensibilizzare i visitatori sugli obiettivi dei parchi naturali accrescendo la loro conoscenza sulla natura e sull’ambiente inducendoli a un comportamento rispettoso. Gli addetti al servizio protezione natura organizzano visite guidate e propongono progetti di educazione ambientale.

Possono essere impiegati per svolgre servizio nei centri visite e presso gli accessi principali dei parchi naturali per 3 mesi, da luglio a settembre, e nei parchi naturali Tre Cime, Fanes-Senes-Braies e Monte Corno, fino a 6 mesi, da maggio a ottobre. Possono svolgere il servizio stagionale persone maggiorenni con almeno il diploma di scuola media inferiore e l'attestato di bilinguismo o trilinguismo B1 (ex patentino C).

Le domande di ammissione possono essere presentate online sul portale dei servizi della Provincia con SPID o tramite carta dei servizi attivata, oppure possono essere inviate per posta o consegnate personalmente all'Ufficio parchi naturali di in via Renon 4, a Bolzano. Il modello di domanda è scaricabile sul portale web della Provincia dedicato ai parchi naturali dove è possibile reperire  informazioni, date e orari degli esami. Il 26 e 27 marzo 2019 si terrà l'esame orale, mentre il previsto corso di formazione avrà presumibilmente luogo dal 30 al 31 maggio e dal 3 al 6 giugno 2019.

ASP/sa

Galleria fotografica