Legge territorio e paesaggio: al via iscrizioni nel registro esperti

Gli esperti che i Comuni potranno scegliere per le proprie Commissioni territorio e paesaggio, da oggi (29 maggio) possono iscriversi online al nuovo registro con 8 rami specialistici.

Gli esperti che i Comuni potranno scegliere per le proprie Commissioni territorio e paesaggio, da oggi (29 maggio) possono iscriversi online al nuovo registro con 8 rami specialistici.

I preparativi in funzione dell’entrata in vigore della nuova legge provinciale sul territorio e il paesaggio volgono al termine. “Siamo impegnati su tutti i fronti per rendere possibile che la legge possa entrare in vigore il 1° luglio”, fa presente l’assessora provinciale al territorio e il paesaggio Maria Hochgruber Kuenzer. Tra questi preparativi vi è l’attivazione del nuovo registro di esperti istituito presso la Ripartizione provinciale natura, paesaggio e sviluppo del territorio.

Esperti per le Commissioni comunali territorio e paesaggio

Da questo registro i Comuni potranno scegliere gli esperti che andranno a comporre le nuove Commissioni comunali per il territorio e il paesaggio, introdotte con la nuova normativa. Da oggi, venerdì 29 maggio, gli esperti possono iscriversi nel nuovo registro, strutturato in 8 rami specialistici: urbanistica, natura, paesaggio, cultura edilizia, economia, sociale, scienze agrarie e forestali, pericoli naturali. Per l’iscrizione in alcune sezioni potrà in precedenza essere espletata una procedura di valutazione, mentre per altre basterà inviare il modulo compilato. Le persone esperte che al momento dell’entrata in vigore della legge provinciale territorio e paesaggio erano già comprese nel registro degli esperti di urbanistica e tutela del paesaggio, circa 200, saranno iscritti d’ufficio nel registro. Le iscrizioni avvengono online per e-mail: verzeichnis.registro@pec.prov.bz.it. Informazioni al riguardo sono reperibili sul portale della Provincia nella sezione dedicata alla natura ambiente territorio .

 Ai Comuni più competenze e responsabilità

“Grazie alla nuova legge i Comuni assumeranno maggiori competenze e quindi un ruolo strategico nella programmazione territoriale, ma anche maggiore responsabilità”, fa presente l’assessora Hochgruber Kuenzer. In futuro i Comuni avranno potere decisionale in merito alle variazioni che rientrano nelle aree insediabili delimitate. Le Commissioni comunali territorio e paesaggio avranno funzioni importanti perché saranno l’organo di supporto per i Comuni nella valutazione dei piani e progetti per interventi di trasformazione urbanistica e paesaggistica e per lo sviluppo del territorio. La Commissione si comporrà del sindaco, o persona delegata, e da 6 esperti di ambiti diversi: cultura edilizia, scienze agrarie o forestali (o perito agrario), scienze sociali o economiche, pianificazione urbanistica, paesaggio, (designata dall’assessore provinciale competente) e pericoli naturali. I Comuni che collaborano in medesimo ambito funzionale faranno la scelta condivisa di tre esperti , di pianificazione urbanistica, in pericoli naturali e in materia di paesaggio, che andranno a coadiuvare i membri delle rispettive Commissioni comunali per il territorio e il paesaggio. Nelle commissioni dovrà essere garantita una rappresentanza di genere non inferiore al 30%.

ASP/jk/sa

Galleria fotografica