Comunicati dell'Ufficio stampa

Educazione motoria, un esperto in tutte le scuole primarie

Attivato il progetto finalizzato a favorire l’avvicinamento dei bambini all’attività motoria. Vettorato: “Sulla riapertura delle palestre per le associazioni esiste un protocollo ministeriale"

Un sesperto di educazione motoria in tutte le scuole primarie (Foto ASP)

Attivato anche quest'anno il “Progetto Educazione motoria” in tutte le scuole primarie in lingua italiana della provincia. Si tratta di un progetto promosso dall’assessore Giuliano Vettorato e dall’intendenza scolastica, in collaborazione con l’Ussa, che prevede l’affiancamento all’insegnante di classe di un docente di educazione fisica, laureato in scienze motorie, durante le ore curricolari”. L’educazione motoria è una disciplina importante per gli studenti di tutti i gradi scolastici – dice l’assessore alla scuola italiana Giuliano Vettorato - la scuola un ruolo importante nel favorire l’inserimento dei giovani nelle società sportive. Il clima educativo che si viene a creare in palestra è particolarmente stimolante per gli studenti, soprattutto nella scuola primaria, per il valore inclusivo e ovviamente anche per le specifiche competenze che questa disciplina permette di sviluppare”. “Da circa dieci anni abbiamo voluto migliorare l’offerta formativa in ambito motorio inserendo questa figura di esperto del movimento – sottolinea il sSovrintendente Vincenzo Gullotta e il bilancio è più che positivo”.

Riapertura delle palestre nelle scuole italiane

Sul tema dell'accesso alle palestre per le associazioni sportive nelle scuole italiane, l’assessore Vettorato sottolinea: “Esiste un protocollo ministeriale al quale dobbiamo attenerci scrupolosamente anche come scuola italiana – evidenzia - oggi le norme anti-Covid, stabilite a livello nazionale dai DPCM e dai protocolli ministeriali e delle Federazioni sportive, condizionano fortemente sia i contenuti delle ore curricolari di scienze motorie, sia l’accesso e l’utilizzo delle palestre da parte delle associazioni sportive. In queste settimane le scuole italiane sono in attesa dell’assegnazione da parte della Provincia del personale di sorveglianza e pulizia per le attività che si svolgono in orario extra scolastico, indispensabile per garantire la sicurezza degli utenti. Nel frattempo, ogni istituto ha preso contatti con le società sportive, predisponendo gli appositi disciplinari d’uso secondo le normative aggiornate”.

ASP/tl

Galleria fotografica