Comunicati dell'Ufficio stampa

Scuole dell'infanzia tedesche: in leggero cale le iscrizioni

Nel prossimo anno scolastico saranno 11.577 le bambine ed i bambini che frequenteranno uno delle 265 scuole dell’infanzia in lingua tedesca dell'Alto Adige.

Meno iscritti e personale invariato per le scuole dell'infanzia in lingua tedesca (Foto: unsplash.com)

Sono complessivamente 11.577 le bambine ed i bambini iscritti al prossimo anno scolastico 2021-2022 in una delle 265 scuole dell’infanzia in lingua tedesca della provincia. Il dato emerge dalla delibera approvata oggi (13 aprile) sulle sezioni e l’organico della scuola dell’infanzia, al termine della prima fase di iscrizioni online terminate a gennaio. Rispetto all'anno precedente, il numero di iscrizioni è leggermente diminuito e dal prossimo anno non sarà più attiva una scuola dell’infanzia. Sulla base delle iscrizioni, la Giunta, su proposta dell’assessore alla scuola in lingua tedesca Philipp Achammer, ha confermato l'obiettivo precedentemente pianificato rispetto all’organico, confermato a 1.365 unità. "Vogliamo creare le condizioni quadro affinché i bambini crescano bene e sereni, i pedagogisti possano lavorare nelle migliori condizioni ed i genitori possano essere sostenuti nelle loro esigenze” – evidenzia Achammer

Oltre 12.000 bambini in 265 asili

Quest’anno, per la prima volta, le iscrizioni per l'anno scolastico 2021/22 si sono svolte unicamente online: un’operazione positiva che ha garantito a diverse strutture di ricevere ulteriori adesioni. Attualmente sono circa due dozzine le bambine ed i bambini che figurano ancora in lista d’attesa. La direzione provinciale della scuola dell’infanzia, dunque, attende che possa incrementare ulteriormente il numero delle iscrizioni nelle diverse strutture della provincia. Nelle scuole dell’infanzia, inoltre, è aumentato il numero di bambine e bambini con bisogni educativi speciali. “I dati sono in crescita negli ultimi anni – sottolinea l’assessore Philipp Achammer – rispetto a questo aumento è necessario sostenere le figure che accompagnano questi ragazzi, visto che il lavoro da svolgere diventa, sempre più, complesso ed impegnativo. Stiamo lavorando per ridurre le dimensioni dei gruppi, coinvolgendo le famiglie e garantendo un supporto linguistico mirato”.  Riguardo i dati sulle iscrizioni, nonostante la chiusura di una struttura in via Fago a Bolzano, aumenta il numero delle sezioni, che passano da 275 a 277 e riguarderanno le strutture di Cadipietra, Velturno, Nova Levante, Salorno, Rasa, Cornaiano e Frangarto.

ASP/jw/tl

Galleria fotografica