Fauna

Fauna
Rana verde (Pelophylax sp.) in un fossato a Caldaro – Archivio Ripartizione 28

Tutela della Fauna 

 
Per tutelare in maniera efficace le specie animali è necessario combinare una serie di misure di conservazione specifiche con la salvaguardia del loro ambiente naturale.

La legge provinciale n. 6/2010 “Legge di tutela della natura e altre disposizioni” prevede che tutti gli animali che hanno diffusione naturale e vivono allo stato selvatico nel territorio della Provincia di Bolzano, siano sottoposti ad un generale stato di protezione (art. 3). Essa dispone inoltre il divieto di commerciare animali che vivono allo stato selvatico (art. 3) e vieta l’immissione nell’ambiente naturale di animali non autoctoni (art.12). Essa dispone inoltre che nei monumenti naturali, nei biotopi e nei parchi naturali tutte le specie animali che vivono allo stato selvatico siano integralmente protette (art. 5). Sono fatte salve le norme in materia di caccia - legge provinciale n. 14/1987 e di pesca - legge provinciale n. 28/1978. 

In Provincia di Bolzano trovano inoltre applicazione le norme di tutela previste dal decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357 e successive modifiche, il quale dà attuazione alla direttiva “Habitat” (92/43/CEE) nonché le norme previste dalla direttiva “Uccelli” (2009/147/CE), attuata a livello locale dalla legge provinciale n. 14/1987  “Norme per la protezione della fauna selvatica e per l'esercizio della caccia”.

Le specie animali selvatiche elencate nell’ allegato IV della direttiva Habitat (92/43/CEE) godono pertanto anche in provincia di Bolzano di un regime di rigorosa tutela, il cui fine è quello di assicurarne il mantenimento o il ripristino in uno stato di conservazione soddisfacente. Ne è vietata la cattura, l’uccisione nonché il disturbo, il commercio e la detenzione. È altresì vietato rimuovere dall’ambiente naturale le uova oppure deteriorare o distruggere i luoghi di nidificazione, i siti di riproduzione e le aree di riposo di tali specie animali. 

La legge quadro sulle aree protette - legge 6 dicembre 1991, n. 394 - dispone inoltre all’art.11 che nelle aree naturali protette nazionali (Parco Nazionale dello Stelvio) siano vietate la cattura, l'uccisione, il danneggiamento, il disturbo delle specie animali.

 

Autorizzazioni in deroga per la cattura 
 
In casi eccezionali e a determinate condizioni, è possibile richiedere delle deroghe ai divieti sopraindicati:

  • per la cattura di specie inserite nell’allegato IV della Direttiva Habitat è necessario richiedere una autorizzazione in deroga al Ministero competente, come previsto dall’art. 16 della Direttiva Habitat (92/43/CEE) e dall’art. 11 del DPR n. 357/1997, dandone contestuale informazione all’ufficio Natura
  • Il rilascio di eventuali deroghe per la cattura di specie animali nel Parco nazionale dello Stelvio è regolamentato dall’articolo 11 della legge provinciale n. 4/2018 “Parco nazionale dello Stelvio”. Per maggiori informazioni rivolgersi all’ufficio del Parco nazionale dello Stelvio
  • Per la cattura di uccelli e mammiferi si applicano le norme previste dalla legge provinciale n. 14/1987 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per l'esercizio della caccia”  (art. 15 comma 3 e art. 18).
    Per la cattura di pesci si applicano le norme previste dalla legge provinciale n. 28/1978 “Pesca”. 

 

Contatti: Ufficio Natura   

Liste rosse delle specie animali minacciate

Laddove gli habitat naturali delle specie animali e vegetali vengono progressivamente ristretti, modificati o distrutti, anche le specie animali e vegetali legate a questi ambienti diventano sempre più rare, fino anche ad estinguersi. La cosiddetta "Lista Rossa" indica il grado di minaccia, cui sono esposte le specie animali e vegetali di una determinata zona. Essa crea il presupposto fondamentale, per garantire una tutela efficace delle specie.

È molto difficile “misurare” il grado di minaccia a cui è esposta una specie. Inizialmente le Liste Rosse raccoglievano le valutazioni soggettive del livello di rischio di estinzione secondo i principali esperti delle diverse specie. Oggi come oggi esse devono essere redatte basandosi su di un sistema di categorie e criteri quantitativi e scientificamente rigorosi, per la definizione dei quali sono disponibili delle linee guida internazionali.

Presupposto per il raggiungimento di un risultato di qualità è la disponibilità di una lunga serie di dati rilevati con metodi standardizzati e durante un periodo prolungato.

 

Quali sono le categorie di minaccia?

EX           estinta
EW          estinta in ambiente selvatico
RE           estinta nella regione
CR           in pericolo critico
EN           in pericolo
VU           vulnerabile
NT           quasi minacciata
LC           minor preoccupazione
DD          carente di dati
NA          non applicabile

 

Liste rosse altoatesine

Lista Rossa delle specie animali minacciate in Alto Adige (Libro, 409 pagine)
Anno di pubblicazione: 1994
Autori vari, coordinazione di Gepp Johannes
Editore: Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige, Ripartizione Natura e paesaggio, Ufficio Ecologia del paesaggio

FARFALLE DIURNE (Lepidoptera: Hesperoidea und Papilionoidea)
Die Tagfalter Südtirols (Libro, 232 pagine – disponibile solo in tedesco)
Anno di pubblicazione: 2004
Autore: Peter Huemer
Editore: Folio Verlag di Vienna  e Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, Bolzano

CAVALLETTE (Insecta: Orthoptera, Mantodea)
Rote Liste der gefährdeten Fang- und Heuschrecken Südtirols (Insecta: Orthoptera, Mantodea) (rivista Gredleriana, vol. 17/2017 – disponibile solo in tedesco)
Autori: Andreas Hilpold, Thomas Wilhalm & Petra Kranebitter
Editore: Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, Bolzano

LIBELLULE (Insecta: Odonata)
Rote Liste der Libellen Südtirols (Insecta: Odonata) (rivista Gredleriana, vol. 18/2018 – disponibile solo in tedesco)
Autori: Lösch Birgit, Alex Festi, Tanja Nössing & Franziska Winkler
Editore: Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, Bolzano

COLEOTTERI (Insecta: Coleoptera)
Die Käfer von Südtirol – Ein Kompendium (Libro, 602 pagine – disponibile solo in tedesco)  Anno di pubblicazione: 2018
Autore: Kahlen Manfred
Editore: Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, Bolzano

UCCELLI
Lista Rossa 2020 degli uccelli nidificanti in Alto Adige (rivista Gredleriana, vol. 20/2020)
consultabile: materiale supplementare della rivista
Autori: Francesco Ceresa & Petra Kranebitter
Editore: Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, Bolzano

PIANTE VASCOLARI
Rote Liste der gefährdeten Gefäßpflanzen Südtirols (rivista Gredleriana, vol. 6/2006 – disponibile solo in tedesco)
Autori: Thomas Wilhalm & Hilpold Andreas
Editore: Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, Bolzano